PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

domenica 19 febbraio 2012

IL TORNEO DI VANCHIGLIA VA ALL'ACCADEMIA INTER, OTTIMO IL NOSTRO RUOLINO


Il torneo di Vanchiglia va all'Accademia Inter, ma la giornata finale è segnata dal Lucento che si ritira dalla competizione con una finale da disputare contro il Vanchiglia.
A quel punto gli organizzatori hanno cambiato le carte in tavola e hanno deciso di fare un triangolare finale con le 2 squadra sconfitte in semifinale, vale a dire San Mauro, sconfitto in mattinata dal Vanchiglia, e Accademia Inter ,sconfitta ai calci di rigore dal Lucento.
Il triangolare finale si è concluso con la vittoria dell'Accademia Inter che ha battuto sia il Vanchiglia che il San Mauro alzando al cielo la sua coppa.
Fin troppo onesti gli organizzatori, forse la Coppa andava al Vanchiglia perchè aveva meritatamente raggiunto la finale, e quando una squadra non si presenta la vittoria va  assegnata a tavolino.
Per quanto riguarda la mia squadra, siamo usciti con onore perdendo per 3 a 1 contro il Lucento, la partita è stato combattuta fino alla fine e solo per una questione di centimetri non abbiamo raggiunto il pareggio. Da segnalare il giovane attaccante Samuele Di Giacomo, già pronto per indossare maglie più gloriose come Juventus e Torino.
Di seguito la galleria fotografica.









Nessun commento: