PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore. Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole. Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

venerdì 24 agosto 2012

FINALMENTE CALCIO

Con l'estate ormai alle porte, almeno per me, è arrivato il grande momento: domani 25 agosto ricomincio a fare quello che più mi piace, il calcio.
Respirare l'erba del campo sportivo, calpestare il manto, rincorrere una palla, trasmettere le mie conoscenze ai ragazzi sono per me emozioni che non hanno prezzo. Domani si comincia a fare sul serio, anche perchè fin da subito va data un'impronta decisiva a questi ragazzi che si affacciano per la prima volta al calcio a 11.
Col Barcanova nel cuore mi presento al Brandizzo con l'obiettivo di migliorare me stesso e ogni singolo ragazzo sotto vari aspetti, non solo l'aspetto calcistico dunque, ma anche quello educativo, disciplinare, psicologico, etico e sociale.
Abbiamo allestito un buon organico, abbiamo dato fiducia ai ragazzi dello scorso anno ( Ciconte, Zucco, Silletta, Poyer, Salvadori, Caligiuri, Callipari, Matera, Sciacca, Daniele, Savant Ros) rinforzando la rosa con l'innesto di 8 giocatori, abbiamo preso due portieri, Nigro proveniente dal Barcasalus e Ortalda proveniente dal Lascaris, poi Paganoni de La Chivasso, Caposele del Volpiano, Correnti, Mastromatteo, Heffler e Canache dal Monterosa. La ciliegina sulla torta potrebbe essere Stefano Taurisano ex bomber del Monterosa, un giocatore che è da sempre un mio pallino. Nei prossimi giorni spero ci sia la fumata bianca.

Nessun commento: