PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

martedì 26 marzo 2013

"ROSARIO, PERCHE' DAI LE TUE PERLE AI PORCI?"

L'amico j-stars ha commentato un articolo chiedendomi come mai do le mie Perle ai porci. Ergo, ha voluto dire di tenermi stretto le esercitazioni che propongo su questo spazio e non facilitare il compito di altri senza ricevere nemmeno un grazie..

So benissimo caro j stars che su questo sito ci sono tantissime esercitazioni da poter allenare per anni campando di rendita, e devo dire che in molti lo fanno. Con le mie proposte  non voglio aiutare gli allenatori, bensì i ragazzi che indirettamente ne beneficeranno.

Purtroppo caro j.stars, ormai allenano tutti, anche gli spovveduti, ragion per cui ci sono 2 cose da fare, formare i ragazzi direttamente sul campo ( oggi giorno sempre più difficile     perchè bisogna scendere a compromessi con le società e per chi come me di compromessi no ne vuole sapere diventa impossibile allenare) o formare gli allenatori, ed è per questo che pubblico costantemente esercitazioni per tutte le categorie, anche perchè come dicevo prima sono i ragazzi a beneficiarne, non gli allenatori. E se vogliamo in futuro un calcio con maggiore qualità, l'egoismo lo dobbiamo mettere da parte.
Distinti saluti
Rosario Ligato

6 commenti:

Luca ha detto...

Complimenti al blog,
e' utile anche per allenatori di altri sport.
Continua cosi' Rosario,

Riuscirai a pubblicare anche dei brevi video di tuoi allenamenti?

Buona pasqua.

Rosario Ligato ha detto...

Grazie Luca, buona Pasqua anche a te.
Mi viene difficile realizzare dei video sugli allenamenti perchè ci vogliono delle autorizzazioni per riprendere i ragazzi.
Sicuramente farò dei video per quanto riguarda la componente tattica, movimenti offensivi dei vari moduli di gioco, diagonali, piramidi, scalature, coperture preventive. Se ti serve qualcosa di specifico per il calcio a 5 chiedi pure. Comunque se vai nella sezione allenamenti, troverai dei video molto interessanti. Ciao e grazie
Rosario

Luca ha detto...

Grazie Rosario,
attendiamo i tuoi post.

Non tratto di calcio, ma mi interesso di pallacanestro.

Ti chiedo se ci sono delle esercitazioni per allenare:
-visione periferica (focus attentivo frontale e laterale)
-capacita' di anticipazione (prevedere cosa sta per succedere)
-aumentare l'aggressivita' difensiva

Grazie mille.

Rosario Ligato ha detto...

La visione periferica frontale e laterale migliora con l'età, ragazzi al di sopra dei 12 anni iniziamo ad avere una visione periferica più ampia.
Se alleni gli adulti bisogna allenare il giocatore a guardare cosa succede prima di ricevere palla, anche se posso dirti che Pirlo ha una visione periferica notevole innata.

Anche l'anticipazione motoria è legata all'età, sotto dei 12 anni non il ragazzo non è capace di leggere cosa può accadere.
E' un fattore cognitivo, io lo allenerei facendo molta psicocinetica.

L'aggressività fa parte della sfera psicologica individuale dei giocatori, magari si potesse allenare.
Puoi allenare il pressing, la pressione, ma quando si parla di carattere e personalità non esiste un allenamento specifico, o ce l'hai o non ce l'hai.

A disposizione per qualunque chiarimento.

Rosario

Luca ha detto...

Grazie molte per le risposte.

Provo a rispondere anche io:
-per aumentare l'aggressivita': non ci sono falli
-visione periferica nel passaggio: 3vs3... con passaggio no-look (senza guardare fisso il giocatore a cui passo)
-l'anticipazione: se riesco a giocare la palla ad un tocco, guadagno 1pto

Rosario Ligato ha detto...

Grande Luca, ottima osservazione.
Deduco che stiamo parlando di una squadra di Basket categoria Adulti.