PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

mercoledì 24 aprile 2013

****************GRAZIE RAGAZZI*****************

Il torneo Ferrandini organizzato dal Lucento ha permesso alle migliori squadre e società della provincia di confrontarsi tra di loro. Un vero e proprio campionato giocato in campi in erba sintetica, dove i giocatori partecipanti hanno potuto mettere in mostra tutto il proprio estro.
Il torneo ha avuto un grande successo, sono venuti fuori i veri valori di tante squadre, severamente bocciato il campionato degli esordienti 2000 organizzato dalla Lnd che a mio avviso ha poco senso se paragonato ad un Torneo di questo livello.
In questo torneo mi permetto di suddividere i 2 gironi in 2 distinti campionati, nel primo ho ammirato lo strapotere di Lascaris, J. Stars, Venaria e Lucento, squadre che sicuramente faranno benissimo il prossimo anno nel campionato regionale.

Nell'altro girone, ops, campionato, i miei ragazzi festeggiano il PRIMO posto con una giornata di anticipo, li ringrazio uno per uno per l'impegno profuso durante l'arco della stagione. Il primo posto non è frutto di 10 partite giocate ad alti livelli, ma è figlio di un lavoro durato circa 8 mesi, e se oggi la mia squadra guarda tutti dall'alto è merito di questi ragazzi che hanno sempre messo in mostra dedizione e voglia di imparare sacrificandosi in ogni allenamento.
Sono orgoglioso dei miei ragazzi perchè sono cresciuti anche sotto l'aspetto umano e morale, sono orgoglioso di allenare una squadra così disciplinata, corretta, composta da ragazzi educati e leali, onesti e sinceri.
Dedico questa Super vittoria a tutte le persone che hanno creduto in questa squadra, ai genitori, ai dirigenti, a me stesso che oggi compio i primi 30 anni e sono felice di festeggiarli sul campo del Lucento insieme ai miei ragazzi, condividendo con loro una grande gioia come la vittoria di questo Campionato, facendo la cosa che più mi rende felice, IL CALCIO.
Grazie a tutti


3 commenti:

Raffaele B. ha detto...

Hai fatto grande anche lo sconosciuto Brandizzo, sei il numero 1

Anonimo ha detto...

Grazie di cuore per quello che hai fatto con i nostri ragazzi, se oggi siamo una squadra il merito è tuo.

Anonimo ha detto...

Avrei voluto allenassi mio figlio al Lucento, spero nel biennio allievi che tu possa portare questa squadra a vincere il titolo regionale. Ti aspettiamo