PREMESSA

PREMESSA

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

mercoledì 17 agosto 2011

LE REGOLE DI ROSARIO LIGATO




1) Il calcio è uno sport di squadra dove tutti gli elementi che compongono una rosa sono parte integrande di un progetto, di un'organizzazione, e per rendere al massimo devono rispettare delle regole che tutelino il gruppo.


2) All'intero di una squadra bisogna rispettare i ruoli: l'allenatore ha un ruolo fondamentale e ha le maggiori responsabilità. Ogni sua parola è legge, il calciatore non deve mai replicare. Va rispettato il capitano della squadra che ha un ruolo importante all'intero della squadra. La squadra è come una famiglia e se ci sono problemi si discuno ma non escono mai fuori dallo spogliatoio.

3) Il nostro obiettivo è giocare bene e possibilmente vincere e per arrivare alla vittoria bisogna curare tanti dettagli e possedere tante doti: il sacrificio è l'aspetto più importante. Ogni calciatore deve aiutare il compagno di squadra in ogni momento di difficoltà, sia in campo che fuori. La vittoria nasce da qui.

4) Il calcio è uno sport soprattutto mentale, è la testa che fa la differenza: dobbiamo lavorare in modo che la concentrazione sia sempre massimale. Poche ore di allenamento ma fatte bene e con la massima intensità.

5) Il calcio è uno sport importante, ma pur sempre uno sport: bisogna giocare senza paura, senza timore di sbagliare. L'errore di oggi ci renderà perfetti domani.

6) Per rendere la massimo bisogna allenarsi divertendosi: spetterà all'allenatore preparare sedute sempre differenti e soprattutto divertenti senza perdere di vista l'obiettivo dell'allenamento.

7) L'organizzazione per una squadra di calcio è fondamentale: gli scarpini devono essere sempre pulite prime di ogni allenamento, i borsoni devono essere posizionati in alto sopra il rispettivo posto. I calciatori devono indossare tutti gli stessi indumenti ed entrare in campo tutti allo stesso momento e sempre in modo ordinato. L'estetica è l'anticamera della forza di una squadra.

8) La voglia di vincere deve essere impressa nella mente di ogni atleta, l'ambizione di andare avanti e far bene non deve mancare nel dna del calciatore.

9) Fuori dal campo l'altleta è tenuto a rispettare un comportamento in linea con la aspettative della squadra. Non sono ammessi comportamenti che alterano lo stato psicofisico dell'altleta, tipo bere alcolici e fare tardi la sera specie nei giorni antecedenti le gare. Il comportamento esemplare dell'atleta è un senso di rispetto verso tifosi, società, compagni e allenatore.

10) Il calcio è lo sport più bello del mondo e fare parte di una squadra deve essere uno stimolo per fare sempre meglio. Chi fa parte di un gruppo ha la fiducia della società, dei compagni e dell'allenatotore e deve sentirsi parte integrante di un progetto.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
REGOLE ERCOLE RABITTI

1) Il giocatore venuto in possesso del pallone nel più breve tempo possibile deve mettersi o mettere un compagno in condizione di poterlo rigiocare, avendo a disposizione, mediante la vista periferica, l'arco completo del campo

2) Uscendo da una fase difensiva stabilire con tempestività e pronta intuizione
l'azione da svolgere: per combinazione o per sfondamento

3) Nelle manovre di attacco le punte, con il loro movimento, devono permettere lo sfruttamento della larghezza del campo e favorire l'inserimento di compagni arretrati, aumentando così la possibilità offensive, creando nel contempo sorpresa e difficoltà alla squadra avversaria

4) Avvicinandosi alla conclusione, nella maggioranza dei casi (spazi ristretti e maggior numero di giocatorisi dovrà aumentare la concentrazione e la prontezza di esecuzione da parte del giocatore in possesso del pallone, e di movimento dei compagn interessati all'azione

5) Al termine di una azione offensiva scatta la fase di riappropriazione del terreno di gioco, in funzione di attesa e contenimento della manovra avversaria e di riconquista del pallone. Tale fase comporta una disposizione complessiva della squadra che, partendo dai giocatori più avanzati, determini il piazzamento delle linee arretrate in relazione alla posizione sia degli avversari e sia del pallone

6) La squadra deve saper amministrare il campo, mantenere le opportune distanze tra i reparti, rispettare le regole e risolvere con pronta adattabilità le situazioni critiche che si presentano

7) Intuizione e anticipo sono componenti fondamentali per opporsi efficacemente o, addirittura, annullare le intenzioni degli avversari

Nessun commento: