PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

lunedì 14 giugno 2010

Conosciamo meglio il Modena
03.10.2009 10:11 di Redazione .   articolo letto 173 volte
Il prossimo avversario:il Modena

Sara’ una partita delicatissima quella che la squadra Amaranto disputera’ sabato pomeriggio al “BRAGLIA” affrontando il Modena,gli Emiliani infatti avranno il coltello tra i denti,la squadra di Mister Apolloni fino ad adesso ha avuto risultati altalenanti,naviga a 7 punti in classifica,frutto di 4 sconfitte (una delle quali in casa contro l’Ascoli e 3 in trasferta,in ordine, Padova,Grosseto e Ancona),1 pareggio tra le mura amiche contro il Lecce,e 2 vittorie,(una in trasferta a Salerno e l’altra in casa contro l’Empoli).

Apolloni recupera gli attaccanti Catellani e Bruno e il centrocampista Troiano,mentre e’ costretto a rinunciare ancora una volta al fantasista Pinardi e al centrale difensivo Perna che deve scontare ancora 2 delle 3 giornate inflitte dal giudice sportivo con la prova tv in occasione della partita contro l’Empoli,out anche il centrocampista ex Bari Raffaele Bianco.

Nonostante i 7 punti in graduatoria,la compagine del presidente Sgarbi dispone di ottime individualita’,i vari Giampa’,Colucci,Luisi,Tamburini,Bruno,Troiano,fanno da chioccia a giovani di assoluto valore come Catellani,Rickler,Gozzi,Napoli,Girardi,Ricchi,il direttore sportivo Fausto Pari ha costruito una squadra che dara’ molte soddisfazioni ai tifosi Modenesi,un mix di giovani e giocatori esperti.

Apolloni ha ereditato una squadra ultima in classifica dopo l’esonero di Zoratto del 26 gennaio 2009,e ha compiuto un autentico miracolo calcistico,raggiungendo la salvezza all’ultima giornata di campionato contro la Triestina,l’ex calciatore del Parma e’ stato bravo a ricompattare l’ambiente e costruendo pian piano uno schema di gioco solido e producente,sfruttando le individualita’ di calciatori come Bruno,Pinardi e Biabiany,il modulo caro ad Apolloni e’ il 3 4 1 2, costruito per dare superiorata’ in mezzo al campo con il fantasista Pinardi abile a saltare l’uomo creando superiorita’ numerica nella trequarti avversaria,in fase difensiva il modulo diventa un 5 3 2,infatti i 2 esterni si abbassano fino alla linea dei difensori,non sara’ facile per gli uomini di Walter Alfredo Novellino scardinare la rocciosa difesa Emiliana,i 3 difensori centrali infatti sono dei veri e propri colossi,basti pensare che Ricker e’ alto 1.96,mentre Gozzi e Diagouraga 1.88 cm.

Vista la forzata assenza di Pinardi,Apolloni mettera’ un centrocampista in piu’,l’indiziato a scendere in campo dal 1° minuto sarebbe Leonardo Colucci,accasatosi a Modena poche settimane fa,il tecnico di Frascati cerchera’ di chiudere tutti gli spazi agli Amaranto,cercando di colpire in contropiede con il giovane Catellani e il bomber di razza Bruno,l’undici di Novellino dal canto suo deve stare molto attento sui calci di punizione e corner contro ,veri punti deboli di questa Reggina di inizio stagione,infatti il Modena di spone di calciatori dotati fisicamente e molto abili nel gioco aereo.

La probabile formazione del Modena sara’ la seguente: ( 3 5 2 ) Narciso;Rickler,Gozzi,Diagouraga;Giampa’,Luisi,Colucci,Troiano,Tamburini;Catellani,Bruno

Buona partita a tutti 
(a cura di Rosario Ligato)

Nessun commento: