PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

martedì 1 maggio 2012

VICE CAMPIONI DI ROMAGNA



Si conclude in maniera positiva l'esperienza in terra romagnola, a Cesenatico, paese del mitico Marco Pantani, i miei ragazzi sfiorano l'impresa arrendendosi solo in finale al Lido Venezia subendo il gol beffa nell'ultimo minuto dell'incontro. Probabilmente ai calci di rigore avremmo potuto alzare al cielo la Coppa più grande, ma bisogna accettare in maniera serena il verdetto del campo.
Il secondo posto è un successo che ci riempie di soddisfazione, innanzitutto perché conquistato in un torneo importante come quello di Cesenatico, e poi perché i ragazzi si sono espressi come meglio non potevano. E' stata anche un'occasione per stare insieme,  all'insegna del divertimento, della coesione di un gruppo che in questa stagione ci ha inondato di soddisfazioni. 
Abbiamo condiviso questa meravigliosa esperienza con il primo gruppo degli esordienti 2000 del Barca, loro sono stati un po' più sfortunati di noi uscendo dalla manifestazione alla lotteria dei calci di rigore. Peccato, perché la sfortuna le ha voltato le spalle ma a parer mio è stata la squadra più forte delle 16 che hanno partecipato alla manifestazione.
Sono contento che i ragazzi si sono divertiti, manifestando un grande senso dell'educazione e del rispetto, inoltre ringrazio tutti i ragazzi per l'impegno profuso durante tutto l'arco del torneo. 
Ringrazio i dirigenti Villari, Granato, Tricarico, Bertolino e Picone che hanno svolto un ruolo di primo piano per tutta la durata della competizione, il loro lavoro è stato eccezionale e la gestione dell'attività esterna è riuscita a meraviglia.
Ringrazio il Responsabile della categoria esordienti nonchè allenatore Salvatore Caccialupi per aver gestito al meglio tutte le varie situazioni e problematiche che ogni competizione presente. La sua capacità ed esperienza è stata davvero fondamentale. Infine ringrazio tutti i ragazzi dal primo all'ultimo, i quali hanno interpretato al meglio le varie fasi di gioco e la loro disponibilità dentro e fuori dal campo.
Il Barcanova è una grande famiglia, una grande società, composta da gente perbene, preparata, dotata di grandi valori umani. Ed è grazie ad una società così organizzata che si è potuto lavorare al meglio, facendo crescere questi ragazzi che amano questo sport. Sono loro i veri protagonisti, grazie ragazzi. Rosario Ligato.














3 commenti:

Anonimo ha detto...

2 posto torneo Cesenatico
Grazie al mister Rosario ligato

Rosario Ligato ha detto...

Il merito non è mio ma di tutti, responsabile, dirigenti, allenatore e giocatori, sono quest'ultimi a scendere in campo. Io sono contentissimo del risultato. Un abbraccio

antonio ha detto...

COMPLIMENTI A TUTTI GRANDE GRUPPO