PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

mercoledì 20 aprile 2011

Coppa Italia: stasera Milan - Palermo

Il Milan stasera al Meazza cercherà di archiviare la pratica in vista del ritorno

LE FORMAZIONI PROBABILI
MILAN-PALERMO
Stadio "Giuseppe Meazza" di Milano, ore 20.45 di mercoledì 20/4/2011


MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Oddo, Thiago Silva, Papastathopoulos, Antonini; Gattuso, Pirlo, Flamini; Boateng; Ibrahimovic, Cassano
PALERMO (4-3-2-1): Sirigu;  Cassani, Goian, Bovo, Balzaretti; Migliaccio, Bacinovic, Nocerino; Pastore; Pinilla, Miccoli

ARBITRO: De Marco
SQUALIFICATI: nessuno
NOTE: Diretta tv su Rai 1

Massimiliano Allegri, dopo che il suo Milan ha messo abbondantemente le mani sulla conquista dello scudetto nel turno precedente di campionato, punta decisamente anche alla finale di Coppa Italia schierando, nella semifinale d'andata di stasera al "Meazza" contro il Palermo, una formazione competitiva con poco turn-over e, soprattutto, con Pirlo dall'inizio (il centrocampista è reduce da un infortunio che lo ha tenuto lungamente fuori) e con Ibrahimovic che, squalificato in campionato (tre turni), giocherà in avanti insieme ad un Cassano in gran forma.
Il Palermo, rinfrancato dalla vittoria di sabato scorso in campionato sul terreno della Roma, giocherà probabilmente con la stessa formazione che ha sbancato l'"Olimpico" capitolino ad eccezione di Hernandez, rilevato dal "Romario del Salento" Miccoli.
Il Palermo punta alla finale di Coppa Italia e, ovviamente, alla conquista del Trofeo per potere entrare di diritto in Europa League.

Nessun commento: