PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

sabato 23 aprile 2011

Una grande Reggina supera il Novara

Il numero 1 amaranto Christian Puggioni


Una grande Reggina supera il Novara e conquista 3 punti importantissimi per la lotta play off. La squadra di Atzori è riuscita a vincere giocando un grande secondo tempo dove si sono distinti i vari Acerbi, Rizzato e Campagnacci.
Il gol arrivato alla fine del match è il premio giusto per una squadra che ha cercatola vittoria in tutti i modi, il Novara è statotramortito dall'intensità del gioco amaranto.
Alla fine hanno risolto l'incontro i 2 nuovi entrati, vale a dire Tedesco e Alessio Viola, quest'ultimo ha gonfiato la rete su cross del compagno ed ha regalato i 3 punti alla Reggina.
Una Reggina che stasera è quinta in classifica in piena zona play off. Ottime le prestazioni del pacchetto arretrato guidato da Costa, bene anche De Rose e N. Viola. In avanti è pesata l'assenza di Bonazzoli ma Danti e Campagnacci hanno fatto un gran lavoro.
Il solito Novara con un tempo di autonomia cede anche a Reggio Calabria e subisce l’aggancio del Varese al terzo posto, oltre al riavvicinamento della stessa Reggina ora a meno sette dai piemontesi, che continuano il loro girone di ritorno a ritmi da playout. La squadra di Tesser ci prova solo nella prima mezz’ora con due conclusioni alte di Gonzalez prima di cedere alla maggior freschezza atletica degli amaranto, scesi in campo con la maglietta celebrativa dei venticinque anni di reggenza Foti. Al 37’ De Rose centra la traversa su assist di Danti, poi lo stesso attaccante non arriva sul suggerimento di Nicolas Viola. La ripresa si apre con una bella azione in velocità della Reggina: da Danti a Colombo ancora per De Rose che segna ma la rete viene annullata per un impercettibile fuorigioco. Atzori corregge la squadra ed è premiato: tutti i subentrati saranno decisivi. A cominciare dal match-winner Alessio Viola che all’85’ appoggia in rete un assist dell’altro subentrato, Tedesco. Il Novara si scompone e si scopre ma l’ultimo arrivato, Zizzari, spreca il raddoppio in pieno recupero su assist dello scatenato Alessio Viola. Compleanno felice per la Reggina, tanti dubbi invece nella mente di Tesser.

Reggina-Novara 1-0

Marcatori: 85’ A. Viola

Reggina: Puggioni 6,5; Adejo 7, Costa 7, Acerbi 7; Ric. Colombo 6,5, Castiglia 5,5(69’ Tedesco 7), N. Viola 6,5, De Rose 6,5, Rizzato 7; Campagnacci 7(87’ Zizzari), Danti 6,5 (78’ A. Viola 7). (Kovacsik, Giosa, Bernardi, Montiel). All.: G. Atzori. 7

Novara: Ujkani 6; Morganella 5,5, Lisuzzo 6, Ludi 6, Gemiti 5,5 (86’ Lanteri); Parola 6 (79’ Scavone), Porcari 6,5, M. Rigoni 6 (66’ Drascek); Motta 6; Bertani 5,5, Gonzalez 5. (Fontana, Gheller, Centurioni, Juliano). All.: A. Tesser. 5,5

Arbitro: Velotto (Grosseto) 5

Ammoniti: Morganella, Porcari, Gonzalez, A. Viola, Acerbi, Bertani.

Le partite della 37esima giornata di Serie B:

Padova-Vicenza 4-1
Pescara-Frosinone 1-1
AlbinoLeffe-Grosseto 1-1
Crotone-Atalanta 2-2
Empoli-Livorno 0-0
Modena-Torino 1-1
Piacenza-Cittadella 0-2
Reggina-Novara 1-0
Siena-Portogruaro 1-2
Triestina-Sassuolo 2-1
Varese-Ascoli 1-1

Classifica Serie B:

Siena pt.72
Atalanta pt.71
Varese pt.60
Novara pt.60
Reggina pt.53
Torino pt.52
Padova pt.49
Empoli pt.49
Pescara pt.49
Vicenza pt.49
Crotone pt.47
Modena pt.47
Livorno pt.47
Grosseto pt.45
AlbinoLeffe pt.43
Cittadella pt.43
Sassuolo pt.42
Piacenza pt.42
Ascoli pt.40
Portogruaro pt.40
Triestina pt.37
Frosinone pt.35

Nessun commento: