PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

mercoledì 25 maggio 2011

Il Latina saluta la Supercoppa


Edizione tormentata quella 2011 della Supercoppa di Seconda Divisione. Tra rinvii e campi neutri, si è disputata la seconda giornata: di fronte erano Carpi e Latina.
Per gli emiliani si trattava dell’esordio nella manifestazione mentre i pontini si giocavano l’ultima possibilità per rimanere in corsa. Sfumata perchè il successo, sul neutro di Reggio Emilia (il Cabassi è indisponibile causa lavori di adeguamento e ciò ha comportato il rinvio della partita inizialmente prevista per domenica scorsa), è andato ai biancorossi grazie ad un gol di Alessandro Cesca al quarto d’ora della ripresa, mentre tre minuti dopo Horacio Martinez si è fatto parare da Mandrelli un calcio di rigore concesso per fallo su Berardi. Ma ai nerazzurri il risultato di parità non sarebbe comunque bastato.


Sarà dunque decisiva la sfida conclusiva tra Tritium e Carpi, attualmente appaiate a quota tre punti e con lo stesso numero di reti segnate, in programma sabato 28 alle 16 al Comunale di Trezzo sull’Adda.


Carpi-Latina 1-0

Marcatore: 60′ Cesca

Carpi: Mandrelli; Poli, Marietti, Dascoli, Caselli; Pasciuti, Perini, Fabiano (73′ De Souza), Sogus; Cesca (87′ Peron), Cicino (61′ Bigoni). (Bastianoni, Guilouzi, Di Martino, Cenetti). All.: S. Sottili.

Latina: Martinuzzi; Erba (79′ Polani), Cafiero, Mariniello, Di Emma; Konè, Rolandone (63′ Giannusa), Berardi; Merito, Zarineh, Martinez (67′ Mancosu). (Radio, Gasperini, Ruiz, Tirelli). All.: S. Sanderra.

Arbitro: Ripa (Nocera Inferiore)

Ammoniti: Rolandone, Merito, Marietti, Berardi e Mariniello.

Espulso: Bigoni all’80′ per gioco violento.

Nessun commento: