PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

domenica 15 maggio 2011

La Salernitana vince ancora

Un Gubbio distratto perde a Salerno
Il Gubbio ha ormai la testa alla B (Foto F.Troccoli)
Dopo l’ubriacatura della grande festa per la promozione in serie B non si poteva pretendere molta concentrazione ai rossoblù di Gubbio nell’ultima giornata, in trasferta a Salerno. E infatti i padroni di casa si impongono per 2 a 1.
In campo Il già promosso Gubbio, con la testa e i suoi supporters ai Ceri, è scesa un po’ distratta sul campo della Salernitana. Il tecnico Vincenzo Torrente schiera: Lamanna; Caracciolo, Borghese, Briganti, Alcibiade; Sandreani, Boisfer, Suciu; Bazzoffia, Gomez Taleb, Daud.
Il match I campani passano in vantaggio al 10′ della ripresa con Fava, che stoppa in area dopo un corner e batte Lamanna. La firma del campione non manca nemmeno oggi: Gomez al 27′ pareggia con un gran tiro a girare. Ma la Salernitana crede alla vittoria e ci pensa Montella a insaccare con un tiro al 38′.
Le altre partite Emozionante finale in zona playoff e in coda. Lo Spezia si fa beffare a Lumezzane e resta fuori dai playoff. La Paganese non si salva nemmeno battendo il Sudtirol.

Bassano Virtus-Alessandria 0-1
Lumezzane-Spezia 2-1
Monza-Ravenna 1-1
Paganese-SudTirol 1-0
Pavia-Reggiana 2-0
Pergocrema-Hellas Verona 0-0
Salernitana-Gubbio 2-1
Sorrento-Cremonese 2-3
Spal-Como 1-2
I verdetti Promosso: Gubbio. Playoff: Verona-Sorrento, Salernitana-Alessandria. Playout: Monza-Pergocrema, Sudtirol-Ravenna. Retrocesso: Paganese.
SALERNITANA (3-4-3): Caglioni; Altobello, Jefferson, Accursi; D’Alterio, Montervino (41’ st Legittimo), Carrus, Pippa; Ayres (15’ st Montella), Fava, Ragusa (22’ st Aurelio). A disp. Iuliano, Peccarisi, Franco, Litteri. All. Roberto Breda.

GUBBIO (4-3-3): Lamanna; Caracciolo, Borghese, Briganti, Alcibiade; Sandreani (19’ st Gaggiotti), Boisfer, Suciu (30’ st Nazzani); Daud, Gomez, Bazzoffia (30’ pt Montefusco). A disp. Farabbi, Bartolucci, Galano, Raggio Garibaldi. All. Vincenzo Torrente.

ARBITRO: Abbattista di Molfetta (Iorizzo, Albani)

RETI: 10’ st Fava (S), 28’ st Gomez (G), 38’ st Montella (S)

NOTE: Angoli 9 a 1. Recupero: 2’ pt, 3’ st

Nessun commento: