PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

domenica 15 maggio 2011

La Reggina vince anche a Grosseto



Grosseto-Reggina 0-1

Marcatori: 6’ Bonazzoli

Grosseto: Narciso; Petras, Rincon, Federici, Mora; Crimi, Consonni, Defendi (74’ Giallombardo); Caridi; Sforzini, Soncin (63’ Immobile). (Mangiapelo, Bruscagin, Asante, L. Vitiello, Alessandro). All.: M. Serena.

Reggina: Puggioni; Costa, Cosenza, Acerbi; Ric. Colombo, De Rose, Tedesco, Rizzo (85’ Castiglia), Rizzato; Bonazzoli (64’ Zizzari), Campagnacci. (Kovacsik, Giosa, Barillà, N. Viola, Danti). All.: G. Atzori.

Arbitro: Nasca (Bari)

Ammoniti: Mora, Cosenza, Colombo e Castiglia.

Espulsi: Mora al 43’ per doppia ammonizione e Rincon all’89’ per gioco violento.

Classifica: Siena, Atalanta 74; Novara 67; Varese 65; Reggina 60; Torino 57; Padova, Livorno 56; Empoli 55; Pescara 53; Vicenza, Crotone 50; Grosseto, Modena 49; Cittadella 47; Piacenza 46; Ascoli (-7), Sassuolo 45; Albinoleffe 43; Triestina, Portogruaro 40; Frosinone 38. (Atalanta ed Albinoleffe una partita in meno).

Nessun commento: