PREMESSA

PREMESSA

DIVENTARE CAMPIONI

"La tecnica è una cosa che impari da piccolo, giocando, provando e riprovando. Non te la insegna un allenatore.
Il percorso che faceva il campione, o comunque il buon giocatore, fino a qualche anno fa era questo: dai cinque ai tredici anni è gioco, in cui, che sia un muro o degli amici, prendevi confidenza con il pallone; dopo incontravi l’allenatore, che ti insegnava come si stava in uno spogliatoio, in un gruppo e le regole.
Ti eri già fatto un bagaglio di gesti e di tecnica importante: i ragazzi che noi cresciamo hanno dei limiti. Ad esempio, pochissimi oggi sanno giocare indistintamente sia con il destro che con il sinistro, eppure fanno allenamenti tutti i giorni ricercando la tecnica con entrambi i piedi. Questo accade perché abbiamo perso il vero momento in cui si impara la tecnica, abbiamo perso la competizione. I ragazzi di oggi sono ben messi fisicamente, ma hanno questi limiti tecnici: non parlo di gesti, parlo di una fantasia che non è mai stata incentivata. A noi non manca il calciatore che stoppa la palla o fa un passaggio correttamente, noi abbiamo bisogno della giocata che ci cambia la partita”.

CITAZIONE

Non sono gli Esercizi che fanno migliorare un giocatore, sono i Giocatori che fanno migliorare un Esercizio. RL

domenica 8 maggio 2011

LA FESTA DEL LATINA


In un Francioni al completo e con la promozione già in tasca, la squadra di Sanderra regala l'ennesima gioia ai propri tifosi vincendo anche l'ultima partita di campionato grazie alla doppietta di Martinez (all' 8' del primo tempo su calcio di rigore e al 16' grazie ad un preciso diagonale) e gol di capitan Berardi al 37' del secondo tempo .

Nell'undici nerazzurro, mister Sanderra ha deciso di dare spazio ai giocatori meno utilizzati durante l'intera stagione: mancavano ad esempio Polani e Tortolano ed in porta ha giocato tutta la partita il dodicesimo Gaudino. Il Latina parte fortissimo spinto dai 6000 del Francioni e si porta in vantaggio al 7’ con un calcio di rigore trasformato da Martinez e concesso per un fallo su Erba. Al 10’ Gaudino manda in angolo un diagonale di Grieco e al 15’ il Latina raddoppia con un destro ravvicinato di Martinez che non lascia scampo a Pettinari. Al 23’ ancora Gaudino in evidenza: il portiere nerazzurro respinge da campione il destro Varriale. Al 34’ Latina vicino alla terza rete con la punizione di Ricciardi respinta con i pugni da Pettinari. Al 42’ il palo salva il Latina sul destro di Tovalieri. Al 45’ Grieco grazia i nerazzurri con un colpo di testa a due metri dalla porta che Gaudino si ritrova tra le mani.
La ripresa parte con il sinistro di Grieco respinto con i piedi da Gaudino. La gara scivola via senza troppe emozioni e per vedere un’occasione da rete bisogna attendere il 23’ quando Varriale spara alto a tu per tu con Radio. Al 36’ il Latina firma la terza rete con capitan Berardi che salta il proprio controllore e a tu per tu con Pettinari lo infila con un piattone destro imprendibile. Al Francioni finisce 3-0 per i nerazzurri.

In Lega Pro da registrare anche il pareggio interno del Fondi per 2-2 contro la Vigor Lametia con reti di Gambuzza al 20' e di La Vecchia al 79' per i padroni di casa e De Luca al 39' e Mangiapane al 58' per la squadra calabrese.
TABELLINO Latina-Aversa Normanna.
LATINA: Gaudino (9'st Radio), Erba (12'st Gasperini), Di Emma, Ricciardi, Mariniello, Farina, Rolandone (16'st Tirelli), Berardi, Zarineh, Giannusa, Martinez. All. Sanderra.
AVERSA NORMANNA: Pettinari, Carbonaro, Gallo, Arini, Di Girolamo, Mattera, Tovalieri, Massimo, Petagine, Grieco, Varriale. All. Ferrazzoli.MARCATORI: 8'pt (rig), 16'pt  Martinez (L), 34'st Berardi (L)
ARBITRO: Di Franco di Teramo. Assistenti Orlandi di Arezzo e Carmignani di Pisa.

Nessun commento: